Gennaio

Dal blog di Suzanne Bowen

Non ho fatto buoni propositi quest’anno ma da quando sono tornata da Napoli, il giorno dell’Epifania, qualcosa è comunque cambiato. C’erano stati già dei presupposti ma l’esigenza di riorganizzare la mia vita era impellente.

A Novembre abbiamo preso e attrezzato un piccolo ufficio luminoso per la nostra attività e abbiamo avuto un paio di richieste, gradite (il lavoro è sempre gradito per un’impresa che deve crescere) ma impellenti. Ho ricominciato a lavorare di più fuori casa e con gli altri. E lavorare tanto tanto, con scadenze strette. Piccoli punti fermi che avevo ormai inserito nelle mie routine sono saltati e ho dovuto riorganizzarmi.

Un esempio, il movimento: avevo quasi smesso di allenarmi e stavo cominciando a riprendere peso, complici anche un paio di inconvenienti sotto Natale che ci hanno tenuti chiusi in casa la maggior parte del tempo. I miei allenamenti intensi mi lasciavano stanchissima e spesso se trovavo il tempo mi mancava la voglia. Allenandomi sempre meno lo trovavo sempre più faticoso, in un circolo vizioso che incideva anche sul mio umore.

A me Gennaio piace, però mi stanca. Mi ricordo vari anni in cui arrivavo a fine Gennaio con tanta voglia di andare in letargo. E’ il freddo, le feste appena passate, la poca luce. A Gennaio vorrei seguire il mio istinto e girare con lo scialletto bevendo brodo caldo ma quasi mai è possibile. A Gennaio vorrei tanto un camino e una poltrona enorme in cui sprofondare e tempo libero da sprecare senza sensi di colpa. Ma a Gennaio questo non è mai possibile, la vita continua e a volte ancora più piena e veloce del solito.

A Gennaio ho cambiato tecnica: più calma, scelte più realizzabili, meno cose. Ho lasciato momentaneamente Tonique e ho voluto provare le routine di Suzanne Bowen, tornando alla sbarra, più soft. Ho approfittato di uno sconto online e mi sono abbonata alle sue classi che si possono seguire in streaming; ho cominciato anche a seguire i suoi piani di allenamento, molto fattibili in termini di tempo e di fatica. Così non devo scegliere, non devo organizzarmi, non devo pensare. Calcio via le scarpe, mi metto un paio di leggings e seguo pedissequamente quello che mi si propone quel giorno. E devo dire che mi trovo bene, è efficace: mi pare che i muscoli rispondano, mi sento soddisfatta e sicuramente mi tengo più in forma che a stare ferma.  Meno ma con costanza, è diventato il mio mantra.

A Gennaio mi sono anche messa un po’ a dieta. Inutile nascondersi, brucio meno calorie stando più ferma e questi 2 kg che ho preso, uno per mese, non andranno via da soli. Sono tantissimi anni che non faccio una dieta, non è roba per me, ma anche qui, ho bisogno di sapere cosa mangiare ogni giorno: sono troppo stanca per seguire il mio istinto e tendo a confondere i segnali del mio corpo a causa delle tensioni.

A Gennaio mi sono resa ancora più conto di non aver tempo di stare dietro agli oggetti e ho ripreso a semplificare quanto possiedo. Non c’è giorno che non elimini qualcosa, vendendolo, donandolo o riciclandolo. E’ diventata un’abitudine quotidiana di questo mese, svuotare. Ho liberato ripiani e cassetti e vedere del vuoto mi fa sentire meglio, come se poi fosse tutto più semplice da gestire. Ne ho bisogno e ne approfitto per far finta di diventare, un giorno, realmente semplice e leggera.

About these ads

,

  1. #1 by manu on February 1, 2014 - 6:53 pm

    Bentornata! MI sei mancata, e sinceramente cominciavo anche a preoccuparmi un po! :-) Grazie per il tuo post. Un abbraccio e in bocca al lupo per la ripresa della tua attività .Manu

    • #2 by Lisa on February 1, 2014 - 6:59 pm

      Grazie Manu, sei tanto dolce. Mi dispiace che ti sei preoccupata! Prima qui scrivevo per me ma ora sento proprio che mi manca il contatto con chi mi legge. Sono contenta anche io di essere tornata.

  2. #3 by caia coconi on February 2, 2014 - 9:59 pm

    sull’ultimo punto ti stimo moltissimo, io me lo prometto, ma non ci riesco. e quanto ne avrei bisogno!!!
    riguardo la dieta anche io ho iniziato e sono gasatissima!!! ne parlero’ presto su trashic (sperando di non portarmi sfiga da sola) ma per ora son proprio soddisfatta e molto energetica!tu quale stai facendo?

    congratulazioni per lo studio, vedrai che sara’ meraviglioso avere uno spazio fuori casa!!!
    :*

    • #4 by Lisa on February 9, 2014 - 4:35 pm

      Caia, io ho imparato a fare un oggetto alla volta. Se penso a riorganizzare armadi e cassetti tutti insieme non riesco. Ma trovare ogni giorno qualcosa da dare mi è più semplice. Spesso è solo uno strofinaccio, ma se non ne ho bisogno mi impedisce di respirare meglio.
      La dieta che sto facendo è moooolto blanda, ma sta funzionando. Ho perso un kg e mezzo in due settimane, che secondo me è buono, e mi sento molto bene. Ci sono giorni e pasti liberi per cui non è affatto costrittiva e non rallenta il metabolismo. E non prevede di eliminare nessun alimento. L’aveva data un nutrizionista a mia cognata tempo fa e l’avevo voluta provare perché mi sembrava impossibile che funzionasse mangiando così tanto! Oggettivamente avevo bisogno di paletti per tornare a mangiare normalmente, stavo cominciando a dipendere da dolci e comfort food per via dello stress…

  3. #5 by sallychef on February 10, 2014 - 9:13 am

    Grazie per avermi indicato la staregia di eliminare un “oggetto” al giorno :)
    buon febbraio
    Sally

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 37 other followers

%d bloggers like this: