Bottino

Volete sapere cosa mi sono riportata da Montreal?

– il numero early fall di Vogue Knitting, bellissima rivista di maglia quasi introvabile in Italia.

– un pacchetto di semi di lino e uno di semi di sesamo neri, che trovi al supermercato per un’inezia, mentre qui devi andare a cercare nei negozi specializzati

– un set di cucchiaini graduati per riprodurre le ricette americane

– quattro librini in francese per i miei bimbi della serie Quand je suis, bellissimi e molto istruttivi, per i miei bimbi che vorrei un po’ più francofoni

– 3 libri di t’choupi, per la stessa ragione

– una lattina di sciroppo d’acero, per condirci dei pancakes domenicali

– una confezione di sale affumicato, ogni insalata diventa meravigliosa condita con quello, persino mio marito ne mangia a quintali

– un cappellino giallo e uno a scacchi di SourisMini delizioso negozio per bimbi, perché ci servivano per l’Estate

– una scatola di té Vladimir, una busta di Anastasia, una di tisana Detox e vari altri assaggi, dal negozio Kusmi che ha una sede anche lì

– due bustine di semi di piante spontanee canadesi comprate al giardino botanico

– un cd dei canadian tenors per mia mamma

– biscotti allo sciroppo d’acero da regalare

  1. #1 by Michy on June 27, 2010 - 1:36 pm

    Condivido l’amore per la macchina del pane, anche se solitamente la uso per impastare e poi faccio da me i panini e li cuocio nel forno, che ho la fortuna di avere di qualità ottima, quindi 30 minuti max di accensione e si è scaldato e ha cotto il pane, quindi il consumo ( dovrebbe) essere non eccessivo. Non è il bimby, è vero, ma a volte mi dico che la MDP lascia libera un po’ la fantasia, la creatività di chi la usa, diversamente dal bimby appunto.
    Copio la ricetta e la sottopongo al marito francese…che ieri è tornato da Parigi con i libri di Barbapapà che tempo fa mi avevi mostrato e che avevi comprato per i tuoi bimbi.
    Nella speranza, anche noi, di farli crescere se non bilingui, francofoni…

  2. #2 by Lisa on June 27, 2010 - 2:53 pm

    Ciao Michy! Anche io spesso uso la mdp solo per impastare, ma ultimmente il pane lo faccio direttamente lì perché non avrei neanche il tempodi fare i panini. Deve essere ottimo il tuo forno!
    Appena ci vediamo ti faccio vedere i libri Quand je suis, affrontano molto bene il tema delle emozioni sia positive che negative, i disegni sono belli e mi sono piaciuti a prescindere dalla lingua.
    Per la brioche, ricorda però a David che è un pane al sapore di brioche, la brioche vera è più buona ma ci vuole moooolto più burro!

  3. #3 by Michy on June 29, 2010 - 12:48 pm

    e secondo te non vale la pena di provare a fare qualche tentativo per farlo sempre più simile alla brioche vera???

  4. #4 by Lisa on June 29, 2010 - 2:43 pm

    In realtà io volevo contenere un po’ l’uso del burro, e nella brioche ce ne va di più. Non tutti abbiamo il tuo fisichino!!🙂 Però è una sfida, adesso ci provo!

    • #5 by Lisa on June 29, 2010 - 2:57 pm

      Però ti consiglio di provarlo anche così, è molto simile a quello che mi ricordo, ma più leggero.

  1. Té in acqua fredda « Lo stretto indispensabile

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: