Personal trainer

Siamo io, Madonna, Shakira, Gwyneth Paltrow e qualche altra. Due mesi fa è scaduto il mio abbonamento alla palestra e, causa situazione economica non definita, non l’ho rinnovato. In più andare in palestra richiede tempo: prepara la sacca, vai lì, 4 salti, 2 addominali, stretching, doccia, capelli rivestiti e torna a casa e sono passate due ore. Troppe da trovare in una giornata in questo periodo.

Non so se lo sapete ma in una giornata tipo gente come Gwyneth Paltrow accompagna i figli a scuola, torna a casa, si mette un impacco nutriente sui capelli, indossa la sua tutina firmata e fa ginnastica davanti a un video di Tracy Anderson. Io invece lo faccio all’ora di pranzo e con pantaloni e maglietta sdrucite (cogliete l’ironia del paragone, vi prego). I primi giorni che lavoravo intensamente da casa se ero sola la pausa pranzo si limitava a mettere insieme un piatto di pasta e mangiarlo in 10 minuti, e poi tornare a lavorare. Adesso stacco per un’intera ora e vedo che va anche meglio per i risultati lavorativi. Ma ora ci metto anche i miei 3/4 d’ora di palestra casalinga, economica in tempo e denaro.

Ecco il mio set: una coperta, due bottigliette d’acqua da mezzo litro in qualità di pesetti (lo dice Tracy Anderson di sollevare quel peso, non sono io che sono pigra!) e un set di 3 dvd della personal trainer delle star presi in superofferta su amazon. Forse potevo fare anche a meno dei dvd, su youtube si trova comunque moltissimo, tra aerobica (oh, com’è anni 90 chiamarla aerobica!), pilates e stretching e ci si può fare il proprio programma personalizzato stando attenti che senza istruttore bisogna fare doppia attenzione a non strafare e a fare i movimenti giusti. Ma alla fine questi dvd sono valsi l’acquisto. Se cercate un po’ leggerete che questa tipa promette di cambiare il vostro corpo infischiandovene della genetica per farvi diventare snelle senza ingrossare i muscoli. Non lo so e non mi interessa e forse un mondo in cui la genetica non conta e si è tutti magri e snelli allo stesso modo non è detto che mi piaccia. Ma questi esercizi hanno un indubbio vantaggio: sono divertenti. Io metto su quello di dance cardio per mezz’ora e poi per 10/15 minuti quello di mat workout. A me piace ballare, quindi ballo, sudo, mi diverto, tengo sotto controllo stress e peso. Poi doccia veloce e pranzo, ed è passata poco più di un’ora. Questa è la routine da un mese a questa parte, quindi sono orgogliosa di comunicarvi che non è solo un buon proposito, e sono rientrata in un paio di vestiti che non potevo più indossare dalla prima gravidanza. Già già.

,

  1. #1 by caia coconi on April 27, 2011 - 7:40 pm

    grande, grande!!!

  2. #2 by ciami on April 27, 2011 - 9:48 pm

    ahhhhppperròòòòò!!!🙂
    Coinvolgerò la mia socia (e il mio socio??) e via per la dance in studio. Però c’è un però. Non abbiamo la doccia! NUuuuuuuuuUUUu! L’Innovatedesign puzzona nuuuu!🙂
    Sarà il caso di farlo la sera eh!

    • #3 by Lisa on April 28, 2011 - 11:47 am

      Che ridere!!! L’innovateChorusLine! Ma poi vi filmate, vero?😀

      • #4 by ciami on April 28, 2011 - 8:18 pm

        Non ti stupire perché in tempi non sospetti (e cioè quando eravamo al soldo di un architetto e non enter-nos) io e la mia socia ogni pausa pranzo che Dio mandava in terra ballavamo il balletto dell’happy hippo. Questo qui. http://www.youtube.com/watch?v=8E8xMcXmI9E. Paso doble del cane.
        eheheheheheeheh.

    • #5 by Lisa on April 29, 2011 - 2:45 pm

      I miei bimbi lo adorano quel filmato e io gli canto The lion sleeps tonight come ninna nanna🙂

  3. #6 by cinzia on April 27, 2011 - 11:42 pm

    brava! dovrei farlo anche io…e invece di fare “ginnastica” mi sparo un’ora davanti al pc!😦

    • #7 by Lisa on April 29, 2011 - 2:46 pm

      Dai, dieci minuti, fatti un giro su youtube, 10 minuti già aiutano!

  4. #8 by la Lu on April 28, 2011 - 12:25 pm

    ah io avevo un dvd di kick boxing da qualche parte: le tre volte che l’ho fatto ha dato grandi risultati!!!

  5. #10 by katia on April 29, 2011 - 9:13 pm

    ma dai..allora provvedo i m m e d i a t a m e n t e:)

  6. #11 by Micol on June 9, 2011 - 1:28 pm

    uuuuh, una cosa che mi sono ripromessa da tempo, viste le mie lunghe giornate lavorando al pc da casa… pensavo anche di provare con lo step mentre guardo qualche puntata di telefilm…. ma non l’ho mai fatto. Bisognerebbe imitarti!!

  7. #12 by Lisa on June 14, 2011 - 9:32 am

    A me aumenta anche l’efficienza lavorativa. In quell’oretta sudi e non penso, è proprio uno stacco. Adesso spero di non perdere l’abitudine quest’estate!

  1. Working (out) at home « Lo stretto indispensabile

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: