Col regalo pronto

Si tappino gli occhi tutti quelli del regalo pensato, indovinato, a lungo meditato. Niente contro di esso, anzi, ma qui si parla di altro, si parla del mio “scatolone dei regali” che mi salva tempo e portafoglio nei momenti critici e mi permette di non presentarmi a mani vuote.

Un esempio tipico. Sabato siamo stati invitati da un amichetto del Primogenito a festeggiare il suo quinto compleanno in un agriturismo non lontano dalla città. Questo evento arrivava al termine di una settimana all’insegna dell’arranco, come potete notare dal tasso di aggiornamento di questo blog, e andare a comprare in una costosa libreria dedicata (di cui comunque sono frequentatrice, ma non per gli acquisti all’ingrosso) un bel libro per bambini non ci stava neanche a inventarsi del tempo supplementare. Ho quindi aperto il mio scatolone dei regali e ho preso questo libro, comprato su Amazon (parecchio scontato) in 3 copie dopo che i miei bimbi lo hanno letto e adorato. L’abbiamo impacchettato insieme, loro molto eccitati perché regalavano qualcosa che conoscevano e amavano, io contenta anche perché regalare a un compagno qualcosa che loro già possiedono ti mette al riparo dai “Lo compri anche a me?” e consente di renderli partecipi di scelta, confezionamento e consegna. Certo, si tratta di un regalo preacquistato, ma anche di un regalo molto personale.

Ma lo scatolone è venuto in aiuto anche per un imprevisto (chiamamolo così). Mettiamo che il Cadetto abbia deciso che dormire tutta la notte non fosse una buona idea in questo periodo, mettiamo che il periodo sia così denso che ogni ritaglio sia riempito di lavoro per quello e lavoro per quell’altro, e non se ne abbia un briciolo per riposare. Mettiamo che in questo contesto la mamma si scordi le chiavi nel quadro della macchina, chiusa in garage, per fortuna. Succede che, prima di andare alla festa, ci si accorge che la batteria della macchina è completamente scarica e tale festa non è raggiungibile con i mezzi pubblici. I parenti sono lontani, gli amici fuori per il weekend, il palazzo completamente vuoto. Solo, al piano di sotto, una coppia con bimba, che probabilmente si riposava serenamente dal caldo, ci può venire in aiuto. Vicini benedetti, la batteria si carica e la macchina parte, si ringrazia diffusamente e si scappa via senza spegnere il motore, i bimbi sono felici e noi ci rilassiamo un attimo perché la festa è in un bel posto all’aperto.

Alla sera che si fa per ringraziare i nostri salvatori? Si attinge allo scatolone ed emerge qualche prodottino dell’associazione Streccapogn, conosciuta tramite il Gas: la confettura di rosa canina e delle saponette artigianali in un sacchetto colorato. E a buon rendere, come si dice, la batteria scarica è sempre una buona scusa per farsi aiutare da qualche buon samaritano e mostrare poi la propria tangibile gratitudine.

Il mio scatolone è davvero provvidenziale e mi piace tenerlo aggiornato. In genere ci sono sempre: 3 o 4 libri che i miei bimbi hanno già letto e apprezzato.  Tengo d’occhio la scorta, cerchiamo di non regalare lo stesso all’interno di un unico gruppo di amici e controllo i siti on line per prenderne il più possibile in forte sconto. Poi piccoli regali alimentari, presi in genere tramite il GAS o alla bottega del commercio equo, e saponette artigianali.

Se fossi la gran dama che vorrei ci terrei anche (virtualmente, il vino poi va in cantina): una bottiglietta di aceto balsamico invecchiato una decina di anni, non c’è bisogno di strafare, una di champagne, che è bevanda versatile sia da pasto che da festa, qualche stupendo libro di cucina, magari di blogger, con ricette e foto che mettano allegria, foulard di seta.  Ma gran dama non sono, altrimenti avrei tempo e soldi per cercare i regali adatti ad ogni occasione, e quindi ho il mio scatolone che mi permette di risparmiare ore e denaro e lasciarmi il lusso di far regali minimi ma tempestivi quando se ne presenta l’occasione.

  1. #1 by Marika on June 29, 2011 - 8:15 am

    E’ sempre un piacere leggerti!

    Hai una delicatezza e una profondità sacra anche quando parli di pura sostanza umana!

    Te l’ho già scritto, lo so (ma, io, abile scrittrice non sono) : non smetterei mai di leggerti!

    Una pacca complice allo scatolone
    e un abbraccio a te!

    Buona giornata

    • #2 by Lisa on June 30, 2011 - 9:40 pm

      Grazie Marika! Grazie davvero, e abile scrittrice sei!

  2. #3 by Beta on June 29, 2011 - 8:22 am

    Mi piacciono i regali pensati… quando si ha il tempo per pensare! … ma, anch’io come te ho sempre pronto lo “scatolone regalone”: libri, giochi, quaderni/penne/matite, oggetti a prezzi scontati che trovo quando giro e anche qualche regalino molto carino ma più-che-doppio che non si ha il coraggio di chiedere di cambiare ma può tornare utile per un altro figlio (3/4 portamoneti non è che si usano contemporaneamente o no?)… e quanti compleanni e festicciole ho “salvato” in questo modo. Perciò, ti capisco, ti capisco benissimo… e poi, diciamocela, non è che questi non siano pensati… anzi!!!😉

    • #4 by Lisa on June 30, 2011 - 9:42 pm

      Lo scatolone regalone è bellissimo! Ti rubo immediatamente l’espressione!

  3. #5 by Tibisay on June 29, 2011 - 9:17 am

    Bene. Lungi da me il criticare, sono una donna organizzata ed ho anche io il mio scatolone dei regali. Che altro non sono che tante piccole cosine create dalle mie manine e messe “in attesa” di venire utilizzate… e quante volte mi hanno slavato dall’imbarazzo!!! Evviva la scatola dei regali!!!

    • #6 by Lisa on June 30, 2011 - 9:41 pm

      Beh, questa però è proprio una raffinatezza, creare in anticipo a mano i propri regali… e visto che so da che mano vengono, doppia raffinatezza!

  4. #7 by L'armadio del delitto on July 4, 2011 - 3:08 pm

    Sei organizzata!
    Faccio un po’ lo stesso con i prodotti che porto da casa mia (= Francia), vino, biscotti al burro e altre buone cosine, che qui sono dei regali originali.

  5. #9 by Eva on July 17, 2011 - 1:47 pm

    …Voglio anch’io uno scatolone dei ragali-salvezza!!

  6. #10 by Claudia on September 23, 2013 - 11:34 am

    ecco…………..lo scatolone regalone ancora non è organizzato…..o meglio, è organizzato solo per quanto riguarda le confetture o le cose autoprodotte dal mio cassintegrato ortolano marito……ma la parte “biglietto di accompagnamento”, che a volte può essere gradito, non manca mai, da brava scrapper/hobbista che a volte mi vanto di essere…..si usa tutto!!!!

    • #11 by Lisa on September 24, 2013 - 9:14 pm

      Io invece non sono brava con i biglietti… mi piacerebbe moltissima avere abilità di scrapper e apprezzo sempre molto quando ricevo un biglietto curato.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: