Di lui e di lei (custodie a maglia per kindle)

Spesso e volentieri non pubblico post per giorni, a volte anche per settimane, perché ho un’idea precisa in mente di qualcosa che voglio mostrare e, incurante delle altre bozze e delle altre foto che languono in attesa d’ispirazione, aspetto di avere il tempo e la voglia di fare la foto allegata alla mia spiegazione. Io non sono molto brava a fare le foto, e poi ci vuole luce e tranquillità, e spesso nei momenti in cui c’è luce e tranquillità a casa mia io lavoro indefessamente e al blog penso poco. Poi quando mi viene voglia, non ho la foto, e rimando. Quello che ha analizzato la Procrastinazione Strutturata ha appena vinto un igNobel, e questa cosa mi fa un po’ di stizza perché io la stavo già mettendo sotto studio da tempo.

Questo preambolo per rassicurarvi che non ho smesso di fare a maglia. Eravate preoccupati, eh? Ma ho un po’ procrastinato il fare le foto dei miei lavoretti, perché di lavoretti si tratta, mentre c’è un lavorettone che avanza pian piano. E’ sempre l’Adrift, che ho scelto di fare in un filato sottilissimo, un adrift oversize, avvolgente, con le maniche lunghe. Un’eternità blu a maglia rasata in pratica.

Per spezzare ho provato a inventarmi qualcosa per sperimentare delle nuove tecniche viste qua e là. Tempo fa avevo visto la custodia dell’iphone realizzata da Tzugumi e me l’ero appuntata per adattarla per il kindle. Poi sono andata a sentimento, senza schemi predefiniti,  ma devo a lei e al pattern da lei scelto la prima ispirazione e l’idea dei ricami a punto catenella.

Poi ho raccolto un po’ di lana dell’adrift (vedete la rocca in foto? farò maglioni blu per tutto l’inverno), un avanzo di cotone rosa del mio Azzu (ah, non l’ho mai fotografato?  ma guarda), ho applicato il magic cast on per realizzarlo in un solo pezzo, aggiunto qualche ajour e due giri a legaccio alla fine e un alberello propiziatorio per decorare.

Visto il mio, anche il Partenopeo ha cominciato a pensare che una custodia analoga declinata al maschile non sarebbe stata una cattiva idea. In quel momento c’era anche da rivedere uno dei punti che avevo fatto per un pattern per Unite Contro il Cancro,di cui potete vedere qui il risultato delizioso del testing di Tibisay, e quindi ho pensato di riprodurlo passo a passo seguendo le istruzioni che io stessa avevo scritto mesi prima per ricontrollarne gli errori.

L’avanzo di lana utilizzato è un resto di gomitolo lasciato dalla realizzazione del cappellino di Totoro e il montaggio delle maglie è stato fatto con il magic cast on a rovescio e rigirando poi le 4 + 4 maglie a diritto perché non sapevo bene come fare a montarle cambiando verso. Ora i kindle a casa mia sono finiti mentre i resti di gomitoli continuano ad occupare spazio ma se l’adrift continua ad annoiarmi troppo sarà il caso che mi inventi qualcos’altro di breve realizzazione e facile trasporto per variare. Suggerimenti per una povera tricoteuse in crisi?

  1. #1 by Claudia (quella di Emma) on October 1, 2011 - 1:08 pm

    Beh, a me un maglione blu non dispiacerebbe *firulì firulà*😉

    • #2 by Lisa on October 4, 2011 - 3:03 pm

      Ma poi vieni a prendertelo o te lo devo portare?😉

  2. #3 by Claudia (quella di Emma) on October 4, 2011 - 3:05 pm

    Hmmm, entrambe le soluzioni hanno il loro lato positivo😉 noi vi aspettiamo sempre eh!

  3. #4 by knitting bear on October 12, 2011 - 6:53 pm

    Belle le tue custodie, le avevo viste su Ravelry, e penso che piacerebbero molto a un paio di amici. Il tuo blog è molto interessante, ciao.

    • #5 by Lisa on October 24, 2011 - 12:09 pm

      Grazie mille, knitting bear, io il tuo lo seguo da tempo e mi piacciono molto le tue realizzazioni.

  1. Continuiamo a chiamarla Provvidenza « Lo stretto indispensabile

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: