Muffin alla buccia di zucca (con un pizzico di buccia di arancia)

Perché della zucca non si butta via nulla. Ok, c’è la crisi, ma non solo. Il pianeta non ci sostiene, dobbiamo evitare di produrre rifiuti etc. etc. Ma c’è anche quella meravigliosa sensazione del tutto compiuto, del non aver strascichi, avanzi, scarti, che dir si voglia.

Tempo fa avevo provato a riutilizzare la buccia della zucca cuocendola in forno con olio e sale, ma il risultato non mi aveva convinto fino in fondo. Poi mi sono ritrovata una bella zucca gialla, dalla buccia perfetta, ed ho provato questi muffin di ecocucina.org. Niente male, specialmente per l’abbinamento con il miele. Invece della scorza di limone ho utilizzato la scorza delle arance bio dell’anno scorso. In genere la lasciavo seccare sui termosifoni, così profumava l’ambiente, e poi la utilizzavo per farne delle tisane serali. Invece da Ester ho imparato a farne polvere (anche se a me un po’ a pezzetti rimane) e a metterne un pizzico qua e là nella dolce cucina quotidiana.

Questa è dunque la mia versione dei

Muffin di buccia di zucca (con un pizzico di buccia di arancia)

Ingredienti:

280g di buccia di zucca gialla liscia, 1 uovo, 200 g di farina 0 bio, 80 g di miele, 130g di burro morbido, 100 g di zucchero di canna, un pizzico di scorza di arancia essicata, un cucchiaio di lievito bio per dolci.

Preparazione:

Lavare bene la zucca e sbucciarla grossolanamente, tanto per una volta quella che rimane attaccata alla scorza non va buttata. La polpa la potete utilizzare subito o tagliare a pezzi e congelarla in sacchetti di plastica. Cuocerla in pentola a pressione con un dito di acqua per mezz’ora, lasciarla scolare per almeno 10 minuti quindi frullarla. Non è neanche necessario utilizzarla subito, io ho tenuto in frigo questa crema e l’ho utilizzata il giorno dopo. Frullare la buccia in crema con l’uovo,  il miele, il burro, lo zucchero grezzo di canna, il lievito in polvere e la farina. Foderare con i pirrottini uno stampo da cupcakes e riempirli fino a metà. Porre in forno preriscaldato a 180 gradi per 40 mn, sfornare quando il solito stecchino risulta asciutto. Si conservano bene per qualche giorno.

Se nel frattempo, non paghi, si vuole terminare l’opera di consumo globale della zucca, lavare i semi, asciugarli, spargerli su una teglia e cospargerli di sale, infilarli nel forno ancora caldo dei muffin e lasciarli lì a seccare.

E magari ad Halloween utilizzarli per fare gli occhi delle simpatiche mummiette di Little Kitchen World, che ho appena finito di preparare per la festa di stasera.

  1. #1 by Daniela Little Kitchen on October 31, 2011 - 4:06 pm

    Ciao grazie per la visita! Sono contenta che le mummiette ti siano piaciute.
    Anche noi da sempre, dopo aver scavato la zucca per Halloween secciamo i suoi semi proprio come hai descritto tu.
    I muffins alla zucca e buccia d’arancia in polvere mi sembrano strepitosi… Li faremo domani con la polpa di zucca che abbiamo ricavato dopo la preparazione della nostra zuccona1

    • #2 by Lisa on November 9, 2011 - 11:05 am

      Le mummiette sono state un successone, sono piaciute a grandi e piccini e le ho fatte anche con i wurstel di farro e sono venute bene.🙂

  2. #3 by melanele on November 1, 2011 - 7:05 pm

    Ti dirò che le ultime due volte che avevo zucca per casa non avevo nessuna voglia di togliere la buccia, e allora l’ho lavata bene, l’ho tagliata a fette e poi a pezzettini e infornata con olio sale e rosmarino.
    E dopo 20 minuti la buccia era a mio parere mangiabilissima, probabilmente perchè il sapore era migliorato dalla polpa attaccata.
    Ma questa ricetta mi ispira e voglio provarla.

    I semi di zucca tostati sono buonissimi! Una volta li ho messi anche sopra il pane fatto in casa!

    • #4 by Lisa on November 9, 2011 - 11:06 am

      Buona idea questa di metterli sul pane! Grazie!

  3. #5 by Mammafelice on November 11, 2011 - 1:14 am

    Lisa, passo a lasciarti un saluto: stasera pensavo a te, a tante cose…🙂
    Come stai? Sta andando bene il lavoro?
    Se passi di nuovo in Fiera, al mondo Creativo, mi vieni a fare un saluto? *

    • #6 by Lisa on November 11, 2011 - 10:19 am

      Ciao Barbara, ma che bello che sei passata… Il lavoro è molto molto promettente. Tante idee, tanti contatti, tanto entusiasmo. E tanto lavoro. Adesso però bisogna farne anche qualcosa di realmente remunerativo, in modo da poterci vivere. Mi piacerebbe molto riuscire a venire alla fiera ma sto facendo parecchi salti mortali per conciliare il tutto, non so se riesco ad incastrarlo. Ti scrivo in pvt, ci troviamo per due chiacchiere? Sono curiosa di conoscere i tuoi pensieri…😉

  4. #7 by La Vita Frugale on November 30, 2011 - 7:28 pm

    Bellissima idea quella di usare la buccia di zucca! Il pane con i semi di zucca è buonissimo, in Austria lo vendono addirittura, e i semi o sono dentro all’impasto o fuori spezzettati (legati con della chiara immagino).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: